martedì 18 settembre 2012

POSTO VUOTO DA RIEMPIRE

Questa è la mia cucina adesso. Praticamente vuota. Ho pochi arnesi, due pentole, sei bicchieri di plastica colorata, una tovaglia. Tanti cassetti da riempire. Un po' come gli armadi delle camere, i muri bianchi delle stanze, le mensole del bagno. Un po' come le mie giornate!
Sono davvero fortunata: non a tutti capita l'occasione di fare un bel repulisti e ritrovarsi spazi vuoti da riempire. Di solito nelle nostre cucine, col tempo, si accumulano cibi comprati di getto che non ci piacciono ma che non abbiamo il coraggio di buttare, piatti sbeccati che conserviamo per affetto, strofinacci con i buchi e tovaglie macchiate che non ci decidiamo mai a far volare dalla finestra.
Così anche nelle stanze della nostra anima si accumulano relazioni tossiche che non abbiamo il coraggio di troncare, malesseri, ansie, cattivi pensieri, scelte subite o - peggio - non fatte.
Ho una grossa responsabilità, ora: far si che i miei nuovi, puliti cassetti non si riempiano di carabattole e  cianfrusaglie. Dipende da me. Solo da me.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...