mercoledì 7 novembre 2012

PROVIAMO, DAI!


È quello che ho pensato quando per l'ennesima volta le amiche italiane del compound mi hanno proposto di andare con loro a fare il massaggio nel centro sotto casa.
Così, un po' spaventata da vari racconti di lividi e post-malesseri calmati solamente con antidolorifico, ho varcato la soglia del centro accolta da sorridenti cinesine che mi hanno infilato le ciabatte e condotta, insieme alle mie amiche, nella saletta della tortura. Prima mezz'oretta di sauna (abbiamo un po' barato sul tempo, e anche abbassato la temperatura. Io già a 50° mi sentivo svenire) poi inizia il massaggio... l'unica parte rilassante sono i primi dieci secondi, nei quali ti spalmano l'olio. Successivamente mi hanno, nell'ordine:
  • piallato i polpacci (dopo mi sentivo come se avessi corso una maratona)
  • scalpellato con le dita la cellulite dell'esterno coscia
  • scardinato ripetutamente le spalle e le scapole
  • rimestato la pancia, spostando le viscere di qua e di là con forza e cattiveria
  • dulcis in fundo: massaggio al seno. Ora ho capito perché la mia compagna di stanza, che già conosce il posto, non ha voluto farlo. Manipolarle, strizzarle e tirarle serve a renderle più giovani e sode? Boh! Io credevo il contrario!
Vi dico solo che sono passati due giorni e mi fa ancora male tutto.
Per concludere degnamente la mattinata di nuove esperienze che probabilmente non ripeterò, per pranzo ho provato uno dei lunch-box di instant noodles che vanno per la maggiore qua in Cina. Questo è il contenuto:

si aggiunge un bicchiere d'acqua calda e il risultato è questo:


Invitante, vero? Quello che ho scelto io, poi era piccantissimo. Nei supermercati ci sono intere corsie piene di questi pacchetti, tutti i gusti e tutti i tipi, i cinesi li usano molto per pranzare (ad esempio sul lavoro) in quanto costano davvero poco, l'equivalente di 50-70 centesimi di Euro, e sono comodi e veloci da preparare (avete visto? C'è perfino la forchettina, dentro!). Una cosa curiosa che ho scoperto dei cinesi è che cucinano pochissimo in casa, sono dei veri fanatici dei cibi pronti. Mangiano spesso (e aggiungerei a tutte le ore) fuori casa (nei loro ristoranti o tavole calde si spende davvero pochino) o comprano take away, non capita di rado di vedere casalinghe tornare a casa con pacchettini pieni di pietanze fumanti e sgocciolanti. Molte donne non sanno nemmeno cucinare. Impensabile per una massaia italiana! Difatti, vi confesso, a me gli instant noodles non sono proprio piaciuti! Si spende davvero di più a comprare verdura e carne e far da sé, ma vuoi mettere???

4 commenti:

  1. Sui massaggi eri ben che avvertita.

    Ma io dico....quando non sai cosa mangiare fammi uno squillo che ti procuro io qualcosa....sotto la Metro cucinano pietanze meravigliose!!!!

    RispondiElimina
  2. Hai tutta la mia comprensione!
    Resisti! ;-D

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...