mercoledì 8 febbraio 2017

ESPATRIO E QUALITA’ DI VITA

L’espatrio in Cina è stato per ora la mia prima e unica esperienza all’estero. Ma parlando con donne che vivono altrove, mi sono fatta un’idea abbastanza precisa delle caratteristiche che, secondo me, deve avere una destinazione per essere considerata “perfetta”.



No, scherzo ovviamente: il luogo perfetto non esiste! Ma esisto luoghi difficili e luoghi facili. Luoghi nei quali tutto sembra semplice, dal fare la spesa a conoscere gente nuova, e luoghi dove invece anche comprare un litro di latte sembra un’impresa titanica. Luoghi dove per andare in centro città si deve stare un’ora in metropolitana ed altri dove giri in bicicletta. Luoghi che all’apparenza sembrano idilliaci, ma che in realtà nascondono insidie. E luoghi considerati da tutti poco interessanti, dove però si vive benissimo.

Ho parlato con varie donne in questi anni, ho sentito le loro storie e le loro idee. Ho letto i loro blog, ho partecipato a gruppi Facebook e seguito con interesse le discussioni. E mi sono fatta una personale opinione di cosa deve garantire una destinazione per essere appetibile alla famiglia (caratteristiche che non necessariamente si adattano a chi espatria da single o senza figli).

Dando per scontato che spesso non si sceglie dove spostarsi, perché bisogna seguire il lavoro, vi presento comunque la mia lista:


  • Innanzitutto dev’essere un posto sicuro. Una donna deve poter uscire da sola o coi bambini senza temere male alcuno.
  • Deve esserci una comunità locale, internazionale o di connazionali aperta e nell’ambito della quale è facile creare legami e fare amicizia.
  • Devono esistere nelle vicinanze negozi dove potersi procurare generi di prima necessità, possibilmente anche importati e che non costino follie (possiamo noi italiani resistere a lungo senza spaghetti e salsa?)
  • Deve dare la possibilità ai membri della famiglia di non doversi alzare ad ore improponibili per andare a scuola o al lavoro e di non essere costretti a passare secoli nel traffico per raggiungere un punto o l’altro della città.
  • Deve garantire facilità negli spostamenti (possibilità di guidare, mezzi pubblici funzionanti o taxi numerosi e a buon prezzo)
  • Deve assicurare un ambiente pulito, sano e nel quale è facile trovare svaghi per la famiglia.


Tutti questi punti Suzhou, la città cinese dove viviamo, li rispetta tutti tranne, ahimè, l’ultimo: come sapete il problema dell’inquinamento in Cina è grave.


Esistono poi molti altri requisiti importanti come la presenza di scuole di buona qualità, la facilità nello spostarsi e raggiungere l’Italia, il buon clima… voi che ne pensate? Quali sono gli aspetti coi quali non scendereste mai a patti? Quali le caratteristiche più importanti? E il luogo nel quale vivete com’è rispetto a queste?

3 commenti:

  1. Questi requisiti sono fondamentali anche se non si espatria...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero! Diciamo che in Italia c'è quasi tutto (anche se, purtroppo, alle volte è proprio il lavoro che manca!). E' che se ti sposti in un luogo che non è il tuo le difficoltà che incontri sono presumibilmente maggiori, devi ponderare molto (almeno secondo me!).

      Elimina
    2. Abche in Italia, ci sono posti dove per raggiungere il luogo di lavoro ti servono 3 ore e ti devi svegliare alle 4 di mattina ;)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...