lunedì 23 giugno 2014

PRANZI DI ADDIO E DI ARRIVEDERCI


Giugno... è un mese strano nella vita dell'espatriato. Tempo di fine scuola, tempo di partenze per le vacanze in terra natia. Per qualcuno non saranno vacanze, ma rientro definitivo. A settembre non li rivedrai più. Quindi saluti, baci, abbracci. Malinconia (di chi resta); dubbi (di chi torna).
Perché sì, a rimpatriare c'è sempre una certa dose di contentezza, ma anche tanti punti di domanda: mi troverò di nuovo bene? Riuscirò a rientrare nel mio vecchio ruolo di mamma/impiegata/insegnante/disoccupata italiana senza che mi stia stretto? Quanto mi mancheranno gli amici stranieri? Quanto mi mancheranno i discorsi che in Italia non ho mai fatto e che nella vita dell'espatriato sono la norma?
E chi resta si chiede come saranno la scuola o il parchetto o le mattinate di shopping senza quella determinata signora con la quale avevi legato tanto, come saranno le nuove straniere che, inevitabilmente, a settembre arrivano a frotte.
È un mese strano giugno. Prepari le valigie per il rientro in Italia. Compri regali per amici e parenti, novello babbo natale che arriva con il cappello di paglia a punta, i piedi scalzi e trainando un carretto.
Ti chiedi se c'è qualche cibo particolare che trovi qua in Cina, e che vorresti portarti a casa. E fai la lista di tutte le leccornie che comprerai in Italia (cerchi di portarti pochi vestiti perché dovrà esserci spazio per il formaggio, il caffè, lo speck e i biscottini della nonna).
Ti chiedi che giochi portarti per i figli, dato che quelli rimasti nella casa italiana vanno bene per bambini dai 6 ai 24 mesi, e i tuoi nel frattempo sono parecchio cresciuti.
Ti chiedi se un mese e mezzo di vacanza italiana vanificheranno sei mesi di duro lavoro in palestra. E, ugualmente, ti chiedi se un mese e mezzo di vacanza italiana vanificheranno un intero inverno di studio del mandarino, col rischio di tornare e di non ricordarsi nemmeno più le parole delle lezioni di “Basic Mandarin 1”.
Ma già pregusti le serate in giardino, in compagnia dei grilli, le zanzare, un bicchiere di vino e l'amica del cuore, con la quale potrai finalmente chiacchierare a voce e non tramite la tastiera di un PC.

4 commenti:

  1. Buon rientro, nonostante tutti i pensieri sarà bello tornare.

    RispondiElimina
  2. Yin e yang... si scrive cosi? Alla fine crefo che questo altalenare di sentimenti e dubbi ci regali tanto:-) percio' buona estate e buon rientro!Maria Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già... ilo principio del Tao... non c'è ombra senza luce e viceversa. Buon rientro anche a te!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...