martedì 24 novembre 2015

UN'AYI TUTTA PER ME



L’ayi… quella mitica creatura che è un misto tra una bambinaia, una signora delle pulizie, una cuoca e una tuttofare…
Ci sono taitai che ne hanno una per le pulizie e una per tenere i bimbi, sette giorni su sette. Ce ne sono altre che la fanno venire solo per qualche oretta a settimana, giusto per aiutare a mantenere pulita la casa. Certo è che le famiglie di laowai che non si appoggiano in qualche maniera all’ayi sono davvero poche, anche perché il fatto di poterne assumere una senza spendere un capitale è uno dei lati positivi del vivere in Cina.

Fino a un anno fa io ne avevo assunta una solo per le pulizie, veniva alcune volte a settimana per quelle che, in origine, dovevano essere tre ore (ma che poi diventavano sempre due): una signora gentile e dolce che però, se trovava un giocattolo per terra, lo lasciava lì senza pensare che forse per pulire il pavimento bisognava raccoglierlo, lei semplicemente ci faceva il giro intorno. Insomma, una signora gentile e dolce che però faceva il minimo indispensabile!

Quando ho saputo di aspettare un bimbo ho cominciato a pensare di cambiarla, mi sono fatta tentare dai suggerimenti delle amiche “Prenditi una brava ayi che con tre figli ne avrai bisogno! Falla venire ogni giorno! Magari anche tutto il giorno!”
L’idea di avere una persona in casa tutto il giorno non mi piaceva, quindi ho deciso che, sì, avrei cercato una nuova ayi, ma solo per mezza giornata al mattino.

Io non ho fatto molti colloqui… sono andata sulla fiducia ed ho scelto una signora raccomandatami da un’amica (sto diventando un po’ cinese… le raccomandazioni hanno un peso determinante!!), anche se la prima volta che l’ho vista non sapevo che pensare…non è facile fare un colloquio di dieci minuti con una persona che conosci per la prima volta e decidere se potrà andar bene, se ci sarà feeling, se si andrà d’accordo. Perché, okay, si tratta di una persona che lavora per te, ma è comunque qualcuno che vivrà in casa tua quattro o cinque ore ogni giorno, che metterà i vestiti a posto nei tuoi armadi, che prenderà in braccio e ninnerà il tuo bimbo: non dico che deve diventare la tua migliore amica ma per lo meno ti devi fidare e devi trovare piacevole la sua presenza in casa!
Ho visto ayi di tutti i tipi… ci sono quelle rampanti che ti si presentano coi tacchi (ecco, magari anche no…) e quelle che sembrano appena arrivate dalle campagne, che escono a portare i bimbi al bus in ciabatte e per fare le faccende mettono i salvamaniche. Io volevo una via di mezzo: una signora di mezza età né troppo avvenente (prevenire è meglio che curare!) né troppo trasandata. Nan Ying, la signora che poi è diventata la mia ayi, si è presentata vestita bene e mi è piaciuta, anche se mi sembrava un po’ più vecchia della sua età, ero quasi imbarazzata a chiederle di fare lavori pesanti. Ma mi sono ricreduta: la prima settimana mi ha rivoltato la casa tanto da meritarsi il nomignolo di Wonder Woman!

Per chi non è abituato i primi tempi è difficile stare a guardare una persona che lava, stira, pulisce, rassetta, mette via la roba, sparecchia, sistema: la gestione della casa diventa sua (è per quello che l’hai assunta dopotutto) e se uno ha la mania del controllo la situazione si fa difficile! Ma dopo i primi tempi devo ammettere che ci si prende quasi gusto e scatta la sindrome del “lascia perdere, fa domani ayi!”, malattia gravissima che ti spinge a non sciacquare nemmeno un bicchiere o spostare un calzino. I bambini sono i primi ad imparare che non serve mettere via i giochi, tanto domani fa ayi (e questo non è un bene per il povero genitore che cerca di insegnar loro un po’ di abitudine all’ordine!).

Il fatto di poter parlare un poco di cinese mi aiuta nel processo di reciproca conoscenza: qualche domanda, una chiacchieratina, giusto per sapere un po’ di più della persona che ti gira intorno tutta la mattina, per non ridursi solo a mostrarle lo schermo del telefonino con la traduzione dei lavori da fare!

Così adesso, grazie all’arrivo di Dong Sheng, in casa nostra circola un personaggio in più: Wonder Woman la super ayi!



Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...