venerdì 7 agosto 2015

LINGUA MISTA



Portare due figli di (allora) venti mesi e nemmeno quattro anni in un paese straniero dove si parlano ben due altre lingue (cinese nella vita quotidiana e a scuola, inglese con gli altri expat e a scuola) ha i suoi risvolti divertenti.
Dopo tre anni i miei figli parlano un miscuglio di lingue che a volte è divertentissimo... io li capisco ma mi chiedo se i miei parenti italiani riuscirebbero a cavarci fuori un significato logico! Spesso nella frase mescolano parole in inglese e (qualche volta) in cinese e anche la struttura della frase è tradotta direttamente da queste due lingue.
Si va dalla più “banale”:

  • Mamma, oggi la teacher ci ha chiesto di fare un drawing e disegnare flowers e bee

A strutture più sofisticate come:

  • A cosa serve questo per? (traduzione diretta di “what is this for?”)
  • Mamma stavo guardando per te! (traduzione di “I was looking for you” - ti stavo cercando)
  • Cosa parlavi di? (“what were you talking about?”)
  • Il mio nome è... (“My name is...”, la forma italiana “Mi chiamo...” non la usano quasi mai)

Poi ci sono le chicche che solo chi ha studiato un po' di cinese può capire:

  • La mia pancia ha fame (“Wo duzi e le” - traduzione letterale del cinese. Significa ho fame!)
  • Tu sei il mio compagno di mamma (Ni shi wo tongxue de mama, sei la mamma del mio compagno)

Per fortuna ho notato che quando partiamo per l'Italia qualcosa nel loro cervello scatta e iniziano a parlare solo in italiano (già sull'aereo a dir la verità! E questo mi sconcerta!), come se sapessero che la loro multilingua sarebbe difficilmente compresa, che è un modo di comunicare adatto solo alla nostra vita di Suzhou.
Per il momento quindi non mi preoccupo troppo... il loro cervellino è davvero pieno zeppo di cose e non voglio mettermi a fare la pedante e correggerli continuamente, anche se cerco (cerco!) di parlargli solo in italiano, sebbene mi venga spesso spontaneo usare la stessa multilingua! E allora sì che ne escono delle belle!





6 commenti:

  1. Pensa che bello che prima o poi parleranno correttamente tre lingue!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima o poi :), intanto mi diverto!

      Elimina
  2. Bellissimo post e bellissimo blog! Inizio subito a seguirti. Che invidia per i tuoi bimbi, essere bilingui da piccini è davvero un dono!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta! Anche io sono davvero invidiosa, per me imparare le lingue è una faticaccia!

      Elimina
  3. Bellissime queste frasi mescolate, vedrai che più cresceranno e più impareranno a parlare bene in tutte e tre le lingue.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quando torneranno in Italia per le vacanze parleranno con l'accento americano :D (il torello già ce l'ha...)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...